Introduzione

5205R
- Complicazioni
Carica automatica

Lanciato nel 1996, il calendario annuale Patek Philippe brevettato festeggia 20 anni di successi. Indicando la data, il giorno della settimana e il mese, da correggere manualmente solo una volta l’anno, questo ingegnoso meccanismo è considerato oggi come una delle navi ammiraglie nella flotta dei modelli Patek Philippe. oggi è proposto in una gamma di diversi quadranti e stili abbinando sempre linee eleganti, materiali nobili e un’estrema attenzione alle finiture.


Movimento meccanico a carica automatica. Calibro 324 S QA LU 24H/206. Giorno, data e mese in finestrelle. Indicazione delle fasi lunari e visualizzazione 24 ore. Secondi al centro. Quadrante bianco opalescente, indici applicati in oro. Cinturino in alligatore a squama quadrata, cucito a mano, bruno scuro opaco. Fibbia ad ardiglione. In oro rosa. Fondo cassa in cristallo di zaffiro. Impermeabile fino a 30 m. Diametro: 40 mm. Spessore: 11,36 mm.

Prezzo:

TOGGLE
Questo orologio è stato aggiunto alla lista dei desideri

Altre versioni

Calibro

324 S QA LU 24H
Carica automatica

Patek Philippe Calibro 324 S QA LU 24H/206 - Fronte
Fronte Retro

324 S QA LU 24H
Carica automatica

Calendario Annuale. Indicazione delle fasi lunari e visualizzazione 24 ore. Fasi lunari. Diametro. 32,6 mm. Spessore: 5,78 mm. Componenti: 356. Ponti: 10. Rubini: 34. Riserva di carica: min. 35 ore – max. 45 ore. Rotore centrale in oro 21 carati, carica unidirezionale. Bilanciere: Gyromax®. Frequenza: 28.800 alternanze/ora (4 Hz). Spirale del bilanciere: Spiromax®. Segno distintivo: Sigillo Patek Philippe.

Regolazioni

Come si regola l'indicatore delle fasi lunari?

calendario lunare
calendario lunare
calendario lunare
calendario lunare
calendario lunare
calendario lunare
calendario lunare
Il disco, ricavato da una lastra di corindone (cristallo di zaffiro) e decorato con stelle e due lune dorate su fondo blu o bianco, a rappresentare la volta celeste, ruota all’interno di una finestrella.

L'oro è depositato sul disco mediante un procedimento sotto vuoto che ricorre a una maschera fotografica per dare forma alle lune e alle stelle. Il bordo superiore della finestrella è sagomato in modo da riprodurre visivamente il ciclo lunare.

All’inizio di ogni lunazione, una delle due lune dorate appare nella zona sinistra della finestrella; inizialmente forma una falce di luna crescente, emergendo da dietro la sagoma tonda, poi cresce progressivamente con il passare dei giorni.

A metà ciclo lunare la luna piena è visibile al centro del quadrante, poi inizia la fase calante andando a nascondersi dietro la seconda sagoma tonda.

Quando questa prima luna è completamente scomparsa, la seconda luna raffigurata sul disco è pronta a fare capolino da sinistra.

Savoir-faire

Attenzione ai dettagli
La creazione del quadrante

Nel mondo dell’orologeria la creazione del quadrante è una forma d’arte a sé. Trattandosi della parte che comunica con noi, la faccia dell’orologio non deve infatti risultare semplicemente bella e armoniosa, ma anche chiaramente leggibile. La creazione e la finitura dei quadranti richiede abilità manuali antiche e trucchi del mestiere tramandati di generazione in generazione. Per un quadrante Patek Philippe occorrono tra i quattro e i sei mesi di lavorazione e tra le 50 e le 200 operazioni, tecniche decorative comprese.

Il nostro sito utilizza i cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e le analisi, come descritto nella nostra "cookie policy", e per offrirti la migliore esperienza di navigazione. Continuando la navigazione senza modificare le impostazioni accetti l'utilizzo dei cookie.

OK