Introduzione

995/110G
- Maestrie artigianali
Carica manuale

Orologio da tasca inciso a mano e decorato a smalto.

Una scena di recital con cantante e clavicembalista impreziosisce il fondo cassa di questo esemplare unico in oro bianco. L’innovazione risiede nell’insolito abbinamento di due antiche tecniche decorative.

Lo sfondo, raffigurante la Victoria Hall di Ginevra, è stato inciso a rilievo e ricoperto di smalto Grand Feu, trasparente in alcune zone, utilizzando 18 colori di smalti e 15 cotture in forno a temperature superiori agli 800 °C. Il maestro incisore ha utilizzato uno scalpello e la tecnica a sbalzo per riprodurre le due figure e lo strumento su una piastra in oro bianco. Successivamente, ha lavorato con il bulino e la tecnica del ramolayé per modellare i dettagli dei volti, dei costumi e dei mobili. In totale, la decorazione del fondo cassa ha richiesto oltre 350 ore di incisione e smaltatura. Il quadrante in oro bianco è stato inciso a mano e successivamente smaltato per suggerire una immaginaria partitura. Il bordo del fondo cassa, la lunetta e la corona sono incisi con un motivo ornamentale.

Questo orologio da tasca è consegnato unitamente a un supporto in oro bianco realizzato a mano, su una base in ebano Macassar con cabochon di granato (0,42 ct).

Ospita il calibro 17’’’ LEP PS a carica manuale con contatore ausiliario dei secondi.

TOGGLE
PREV
NEXT

Calibro

17''' LEP PS
Carica manuale

Patek Philippe Calibro 17''' LEP PS - Fronte
Fronte Retro

17''' LEP PS
Carica manuale

Diametro: 38,65 mm. Spessore: 3,8 mm. Componenti: 137. Ponti: 7. Rubini: 18. Riserva di carica: Min. 50 ore. Bilanciere: a viti. Frequenza: 18.000 alternanze/ora (2,5 Hz). Spirale del bilanciere: Breguet.

Savoir-faire

Mestieri Rari
L’incisore

Il primo strumento dell’incisore è... la matita. Naturalmente si pensa subito al bulino, a uno dei molti bulini che affollano il suo banco di lavoro: chiunque resterebbe colpito da una simile varietà e quantità. Per l’incisore il bulino è una specie di estensione naturale della mano, così come la penna lo è per lo scrittore. Appuntito, squadrato, stondato, ma sempre e comunque affilato, questo utensile penetra la materia scavandone porzioni minuscole, tracciando solchi curvi o diritti di profondità variabile.

Il nostro sito utilizza i cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e le analisi, come descritto nella nostra "cookie policy", e per offrirti la migliore esperienza di navigazione. Continuando la navigazione senza modificare le impostazioni accetti l'utilizzo dei cookie.

OK